• Molte copie del n. 1 della Sibilla (1975) furono rifilate male: addirittura manca una parte del 5, per cui le copie “integre” sono più rare.
  • Una vera rarità è costituita dal n. 12 del 1978. Le Poste non consegnarono almeno tre quarti delle copie per cui fummo costretti a ristampare il numero adoperando una copertina con carta diversa. Anche il colore della copertina è diverso (verde) rispetto all’originale che è blu.
  • Alcuni “Quaderni” sono rari perché esauriti, come l’antologia di Zanzibar (Voli nella mia galassia) e quella di Fan (I giorni della Sfinge).
  • La Sibilla è presente come voce nell’enciclopedia virtuale Wikipedia sia in italiano che in inglese (con traduzione di Melagrana).

Questa pagina è ancora in costruzione. Perché non collaborare alla stesura? Invia i tuoi contributi all’email lasybillina@gmail.com